Alba Tramonto
Fase lunare di oggi
3954 iscritti al sito web
ARTICOLI E NOTIZIE


Ultime dal Blog MeteoMarche
Notizie a approfondimenti meno recenti
Vai al Blog MeteoMarche
Regione Marche. Analisi clima gennaio 2017
Quello del 2017 è stato, per le Marche, il più freddo dell'ultimo trentennio. Da record le precipitazioni soprattutto a causa delle abbondante nevicate.
continua a leggere

(Pubblicato il 14/02/2017)

Regione Marche. Analisi clima dicembre 2016.
La temperatura di dicembre 2016 è stata perfettamente in linea con la media mensile del periodo di riferimento. Il 2016 registra il terzo valore record per le temperature dal 1961. Disastrose le precipitazioni, in pratica nulle.
continua a leggere

(Pubblicato il 27/01/2017)

Regione Marche. Analisi clima 2016
Per le Marche, dopo l'exploit dell'ultimo biennio, doppietta di anni record, il 2016 ha fatto registrare una lieve flessione della temperatura media regionale, anche se il valore di 14,3°C si piazza al terzo posto nella classifica delle medie annuali dal 1961.
continua a leggere

(Pubblicato il 18/01/2017)

L'autunno 2016 nelle Marche.
La primissima parte della stagione è stata caratterizzata da un'anomalia sostanzialmente positiva dei geopotenziali a 500mb che ha interessato soprattutto le medio-alte latitudini europee e, marginalmente, anche l'Italia centro-settentrionale, con conseguente clima caldo-umido sulla nostra regione. In seguito, dalla metà di settembre fino alla metà di novembre, l'evoluzione, in un contesto di geopotenziali nella media, è stata più dinamica con la nostra regione che ha subito condizioni prevalentemente freddo-umide. Nell'ultima parte della stagione ha prevalso nettamente l'alta pressione con conseguenti temperature oltre la media e scarse precipitazioni.
continua a leggere

(Pubblicato il 05/01/2017)

Regione Marche. Analisi clima novembre 2016
Per il quinto anno consecutivo, il mese di novembre è stato, per le Marche, più caldo della norma. In deficit le precipitazioni, così come nel 2014 e 2015.
continua a leggere

(Pubblicato il 13/12/2016)

Analisi meteorologica dei forti venti e delle piogge del 5-6 novembre 2016 nelle Marche.
Sul finire della settimana scorsa, l'estrema invadenza dell'alta pressione atlantica, promontorio anticiclonico che si è spinto oltre il circolo polare artico, ha provocato la discesa di aria fredda verso il settore occidentale europeo. E' venuta a crearsi così una profonda saccatura depressionaria, asse sud-ovest nord-est, che dal Mare di Barents si è allungata fino alla Penisola Iberica. Figura questa che, tra sabato e domenica, ha innescato il richiamo di un forte flusso di aria caldo-umida meridionale che ha investito anche le Marche.
continua a leggere

(Pubblicato il 10/11/2016)

Regione Marche. Analisi clima ottobre 2016
Ottobre 2016 è stato, per le Marche, più freddo e piovoso della norma.
continua a leggere

(Pubblicato il 03/11/2016)

Regione Marche. Analisi clima settembre 2016
Settembre 2016 con una temperatura media di 19,4°C è stato più caldo rispetto della norma. Inferiori alla media le precipitazioni.
continua a leggere

(Pubblicato il 13/10/2016)

L'estate 2016 nelle Marche
La primissima parte della stagione è stata caratterizzata da una anomalia negativa dei geopotenziali a 500mb che ha interessato l'Europa centrale e l'Italia in particolare, con effetti sulla nostra regione di un clima più freddo e umido rispetto alla media. In seguito, grosso modo dalla seconda parte di giugno fino alla fine di luglio, si è avuta una generale crescita dei geopotenziali con due massimi posizionati all'altezza delle medie latitudini l'uno sull'Atlantico, l'altro sull'Europa orientale. Tale "ponte" altopressionario ha garantito una maggiore stabilità anche sulle Marche dove le temperature sono tornate sopra le medie anche se non sono mancati episodi di maltempo specie verso la metà di luglio. Stessa configurazione barica si è avuta nel mese di agosto anche se meno accentuata.
continua a leggere

(Pubblicato il 11/10/2016)

Marche. Instabilità del periodo 5-13 settembre 2016
Settembre, iniziato con giornate di bel tempo, ha visto il ritorno dell'instabilità dalla giornata di lunedì 5 quando un vortice di origine nord-atlantica è andato ad isolarsi in prossimità del meridione italiano permanendo in tale posizione per diversi giorni, incastrato in un arco di alta pressione che dalla Penisola Iberica si estendeva fino al Mar Nero abbracciando le medio-alte latitudini europee. Nelle Marche, le precipitazioni più intense, sono avvenute nei primi giorni dell'evento, quando più spiccato è stato il contrasto termico fra l'aria calda già presente nei bassi strati dell'atmosfera e quella più fresca in arrivo dai Balcani.
continua a leggere

(Pubblicato il 15/09/2016)

Torna su